Elenco dei prodotti per disegnatores Jean Prouvé

Nel 1954 Jean Prouvé partecipò con Charlotte Perriand alla richiesta di arredare la residenza universitaria Jean Zay ad Antony. Entrambi ottengono l'ordine e oggi i loro risultati per la residenza sono noti come mobili Antonys, che comprendono: librerie, sedie, tavoli, letti, uffici, tra gli altri. Queste copie sono tra i mobili più apprezzati del ventesimo secolo (un'edizione di una sedia Antony ha attualmente un valore di € 40.000, una sedia Kangourou è stata venduta a € 152.449 nel marzo 2001.3


Nel 1955 creò insieme al suo amico l'architetto-scrittore M. Bataille una piccola società, I laboratori Jean Prouvé, legata a una compagnia di lavori in metallo che rinnovò il suo desiderio di costruire, rapidamente influenzato dalla febbre edilizia degli edifici popolari.


Tuttavia, nonostante tutto, è riuscito a realizzare alcuni progetti importanti come il Padiglione del Centenario del 1955, La Buvette Cachar ad Evian, nel 1956, oltre a prototipi come la casa di Abbé Pierre.


Nel 1957, perfezionò il sistema di facciata leggera, che era il risultato di studi precedenti e il cui elemento principale è l'aerazione e la facile acclimatazione di queste facciate, risolvendo i problemi di isolamento acustico e termico, ecc. Tra i lavori in cui ha applicato questo sistema c'è il terminale Orly-Sud, l'aeroporto di Parigi 1959 (Vicariot); tuttavia, non esclude varianti come quelle realizzate per il Palazzo del Governo di Grenoble, in collaborazione con l'architetto M. Novarina nel 1966) e per la Scuola di Medicina di Rotterdam, in collaborazione con Choisy nel 1967).


www.wikipedia.org

Product successfully added to the product comparison!